Templates by BIGtheme NET
Home » News » L’Arezzo Passioni Festival offre i suoi “Assaggi”: partenza col botto, c’è Fossati all’Eden

L’Arezzo Passioni Festival offre i suoi “Assaggi”: partenza col botto, c’è Fossati all’Eden

Era il 3 luglio 1996. Sul palco principale – allestito per la prima volta alla stadio Comunale -, Ivano Fossati apriva l’edizione di Arezzo Wave. Diciotto anni dopo, smessi i panni del cantante, torna ad Arezzo, al cinema Eden, per tenere a battesimo Assaggi d’Autunno, prima versione novembrina dell’Arezzo Passioni Festival. Un aperitivo sfizioso, in vista dell’edizione di giugno. Due gli appuntamenti in programma: il primo è domani venerdì 14 novembre alle 17,45 all’Eden di via Guadagnoli 2. Ivano Fossati presenterà la sua ultima fatica letteraria, il romanzo “Tretrecinque”. Il secondo è previsto giovedì 20 novembre ad Arezzo, sempre alle 17,45, ma al Circolo Aurora di piazza Sant’Agostino: interverrà il giornalista del Corriere della Sera Gian Antonio Stella per un incontro su potenzialità e punti critici della valorizzazione del patrimonio artistico e culturale italiano. Entrambi gli appuntamenti sono ad ingresso libero.

La rassegna è sostenuta dal negozio Sabot di via Crispi ed è realizzata in collaborazione con Vieri Dischi di Corso Italia, l’hotel Vogue di via Guido Monaco, il ristorante Le Rotte Ghiotte di via Monte Falterona, la libreria Feltrinelli di via Cavour.

Quella autunnale, è una veste inedita per l’Arezzo Passioni Festival. Un gustoso “assaggio” in vista di giugno, dopo il successo di due edizioni estive outdoor con ospiti quali Vittorio Sgarbi, Andrea Scanzi, Corrado Formigli, Mario Rodriguez, Tommaso Labate, Walter Veltroni, Miguel Gotor e Michele Picchi.

A presentare gli appuntamenti di Assaggi d’Autunno ci hanno pensato Marco Meacci, ideatore della manifestazione, e Andrea Scanzi, giornalista aretino, noto volto tv. Una presenza non casuale quella di Scanzi, amico del festival e, soprattutto, biografo di Fossati. Nel 2006 è infatti uscito il Volatore, un volume in cui Scanzi ripercorre le tappe della carriera musicale del cantautore genovese, offrendo notizie e foto inedite, aneddoti divertenti, racconti di un percorso complesso, inquieto, affascinante.

“Ivano Fossati non fa più concerti – ha spiegato Marco Meacci – ma verrà ad Arezzo in versione di narratore. Sarà una bella, e rara, occasione di incontrarlo. La cornice è quella del cinema Eden, con cui il Passioni Festival ha stretto un rapporto dallo scorso giugno. Luogo di pregio di Arezzo che merita di essere teatro di grandi appuntamenti, nella speranza che torni ad essere soprattutto punto di riferimento per il cinema del centro storico cittadino. Il secondo appuntamento è per giovedì alle 17,45 al Circolo Aurora, con il giornalista del Corriere della Sera Gian Antonio Stella, introdotto da Mattia Cialini. Si parlerà del patrimonio artistico e culturale italiano, a cui Stella, tempo fa, ha dedicato una dettagliata inchiesta”, ha chiuso Meacci.

“Sono contento di stringere ancor di più il legame con l’Arezzo Passioni Festival – ha detto Andrea Scanzi – e sono contento di riabbracciare un amico come Ivano Fossati. Ricordo che andai a vederlo la prima volta a 17 anni al Politeama: era il 1991, era appena esplosa la discoteca Il Principe e si diffuse il panico, legato a possibili attacchi terroristici. Fossati aveva venduto tutti i biglietti, ma poche persone, tra cui io, si recarono al concerto. Dodici anni dopo ebbi occasione di intervistarlo e, subito dopo, gli inviai una lettera, proponendogli di scrivere un libro assieme. Così è nato ‘Il Volatore’. Quella di domani sarà una delle rare occasioni in cui Fossati si concede per la presentazione di un libro, forse l’ultima per ‘Tretrecinque’. Ma soprattutto sarà l’occasione per una chiacchierata con lui, dal rapporto con i colleghi, ai motivi che lo hanno indotto a fermarsi”.

I DUE EVENTI

Incontro con Ivano Fossati

Alle ore 17,45 al cinema Eden di via Guadagnoli 2 incontro con Ivano Fossati. Torna ad Arezzo un grandissimo artista, uno dei cantautori più amati da critica e pubblico del panorama musicale nazionale. Fossati, che nell’ottobre 2011 ha annunciato l’addio alla musica, rimane un personaggio ricco di fascino, intellettuale e poetico, amante della scrittura, poco incline alla diplomazia. Nel 2014 è uscito “Tretrecinque”, romanzo edito da Einaudi che racconta le peripezie di Vittorio Vicenti, musicista vercellese, che – con la sua fidata chitarra, una Gibson Es 335 (da cui il titolo del libro) – approda in America. Ad intervistare Fossati sarà Andrea Scanzi, giornalista del Fatto Quotidiano e volto tv di La7. L’appuntamento sarà introdotto dall’ideatore della rassegna Marco Meacci. Una splendida occasione per incontrare Fossati, in una delle sue rare uscite pubbliche e per ripercorrere i momenti di una carriera straordinaria: il successo ingombrante de “La mia banda suona il rock”, le collaborazioni con Mia Martini, Mina, Fiorella Mannoia, Fabrizio De André, l’impegno culturale e politico.

Incontro con Gian Antonio Stella

Giovedì 20 novembre alle 17,30 al Circolo Aurora di piazza Sant’Agostino, ad Arezzo, interverrà il giornalista del Corriere della Sera Gian Antonio Stella. Acuto indagatore, penna ironica e raffinata, è innegabilmente uno dei più amati fustigatori dei potenti, firma di numerose inchieste per il quotidiano di via Solferino, è anche autore di vari libri, tra cui il saggio italiano più venduto di sempre: “La Casta” (scritto a quattro mani con Sergio Rizzo). L’incontro sarà presentato dal giornalista Mattia Cialini e riguarderà lo straordinario patrimonio artistico e culturale italiano. Un argomento che torna protagonista al Passioni Festival, dopo il successo della lezione pubblica su Piero della Francesca in piazza San Francesco tenuta da Vittorio Sgarbi lo scorso giugno. Saranno analizzate le enormi potenzialità del tesoro di cui l’Italia dispone e i suoi punti critici in relazione al turismo. Temi a cui Stella ha dedicato più volte la propria attenzione sul Corriere della Sera, con analisi dettagliate e lucide riflessioni.

Ufficio Stampa

Arezzo Passioni Festival

passionifestival@gmail.com